NEL CUORE DEL BAROCCO

Scicli, la più bella città del mondo

(da “Le città del mondo” di Elio Vittorini)
Scicli, e' stato proclamata dall'UNESCO come patrimonio dell'Umanita', le sue Chiese i suoi Palazzi settecenteschi il centro storico dove lo stile BAROCCO la fa da padrone hanno contribuito a farla proclamare da parte del supremo ORDINE come citta' degna di tale onoreficenza, anche per questo,Il paese e' stato scelto come palcoscenico delle piu' importanti scene della nota serie televisiva "Il Commissario Montalbano".
Il centro abitato di Scicli e' posto in una posizione altamente scenografica all'incrocio di tre valloni (la fiumara di Modica, la cava di San Bartolomeo e la cava di Santa Maria La Nova) con un nucleo urbanistico piu' antico addossato al colle San Matteo, con case arroccate sul rilievo e disposizione medioeale degli edifici, dominanti sugli spazi a valle dove emergono acropoli barocche incorniciate dal semicerchio delle alture.

Sul colle San Matteo dominavano il Castello e l'omonima Chiesa Madre che oggi sovrasta la citta' con la sua imponente mole. A Scicli si ritrova un patrimonio architettonico di indiscussa valenza, riferibile in toto all'epoca barocca e tardo barocca, con emergenza stilistiche che ne fanno un gioiello dalla Val di Noto. Eminenti studiosi sono d'accordo nell'affermare che a Scicli si possono ammirare veri capolavori del barocco in cui i maestri del tempo profusero la loro migliore arte, come nel caso del Palazzo Beneventano e delle chiese e dei palazzi che insistono sulla via Mormino Penna, una delle vie piu' belle di Sicilia, dove si ritrova, in una scenografia mirabile, una sequenza di facciate chiesastiche con funzione di fondale prospettico, costituita dalla Chiesa di San Giovanni Evangelista, dalla Chiesa di San Michele e della Chiesa di Santa Teresa. Non meno importanti stilisticamente, e per le opere d'arte che conservano, la Chiesa di San Bartolomeo e la Chiesa di Santa Maria La Nova. Scicli attira non solo l'interesse degli studiosi dell'arte, ma anche di quelli di etnografia e di folklore per gli aspetti singolari e la sentita partecipazione del popolo alle feste religiose che si celebrano nella citta', fra cui la piu' importante e caratteristica e' senza dubbio la festa della Madonna dei Milici che rievoca una leggenda legata ad un episodio storico, forse reale, delle battaglie fra i Saraceni e i Cristiani di Scicli, databile nell'anno 1091.

Ragusa

Sebbene esclusa dai comuni percorsi turistici, è una sorpresa interessante, sia per la posizione geografica, sia per la ricchezza del suo patrimonio artistico. Essa è posta su di una roccia calcarea tra due valloni: la cava di San Leonardo e la cava di Santa Domenica.

La città è divisa in due distinti nuclei, Ragusa Inferiore (l'antica lbla) e Ragusa Superiore, separati dalla "Valle dei Ponti", un profondo burrone attraversato da quattro ponti, dei quali ricordiamo quello ottocentesco dei Cappuccini ... (continua)

Modica

Modica è tra le più pittoresche città della provincia e di tutta la Sicilia. E' situata nell'area meridionale dei Monti Iblei ed è divisa in due originali aree: Modica Alta, le cui costruzioni quasi scalano le rocce della montagna, e Modica Bassa, giù nella valle, dove un tempo scorrevano i due fiumi Ianni Mauro e Pozzo dei Pruni, poi ricoperti a causa delle numerosi alluvioni, e dove è ora situato il Corso Umberto, principali strada e sito storico della città ... (continua)

Pozzallo

Pozzallo è l'unico comune marittimo della provincia di Ragusa; disteso in riva al mare con magnifiche spiagge molto frequentate. Pozzallo ha cominciato ad avere importanza solo nel XIV secolo come sbocco al mare della contea di Modica, quando i Chiaramonte vi costruirono un Caricatore attorno al quale sono sorti i primi rioni abitati del paese, con vie strette, caratteristiche dei centri mediterranei. Per il resto la cittadina ha aspetto moderno, con una buona parte di case aventi l'ingresso su ballatoi sopraelevati dal piano stradale, che le rendono altamente caratteristiche ... (continua)

Ispica

Ispica è una graziosa cittadina di circa 14.000 abitanti posta nel limite più orientale della provincia, quasi al confine con la provincia di Siracusa La città dista dal mare circa sei km. Il centro urbano, ricostruito in questo luogo dopo il disastroso terremoto del 1693, è fra i più funzionali e moderni della provincia ed è caratterizzato da bei palazzi, da belle chiese e da vie larghe e diritte ... (continua)

_______________________________________________________
Il Bed & Breakfast | Le camere | Nel cuore del barocco | Mar Mediterraneo
Come arrivare | Info e prenotazioni | I nostri amici

Realizzazione: Studio Scivoletto | Foto: Fotogiunta

 

 IL BED & BREAKFAST 

 LE CAMERE 

 NEL CUORE DEL BAROCCO 

 MAR MEDITERRANEO

 COME ARRIVARE 

 INFO E PRENOTAZIONI 

 I NOSTRI AMICI 

 
 

Casa Magiù - B&B a Scicli
VIA Pacini, 3 - 97018 Scicli (RG)
Telefono 0932.834015
Cell. 339.6925425
Fax 0932.836503
info@casamagiu.it